Francesca Rifici

Naturopatia e Cucina naturale a Cesena

349 2841229info@francescarifici.com

Disclaimer

Privacy

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Francesca Rifici

La Portulaca


Tutti i benefici della Portulaca


Sì, lo so, il nome Portulaca fa pensare a una danza spagnola ballata a piedi nudi e con ritmi incalzanti. O solo a me rievoca questa immagine? :)


Beh, in realtà la Portulaca è un'erba spontanea, che cresce nella maggior parte dei nostri giardini e orti. Cresce ovunque, è forte, robusta e resistente e viene considerata pianta infestante anche se in realtà non dà fastidio a nessuno, anzi.


Si tratta di una pianta medicinale conosciuta già nell'antico Egitto, le cui origini probabilmente sono asiatiche. In epoca medievale veniva addirittura coltivata, tanto era considerata preziosa, utilizzata abitualmente nell'alimentazione quotidiana e anche come ingrediente per preparare rimedi naturali.


Oggi a pranzo mi sono preparata un'ottima frittata di uova e portulaca, veloce da preparare e soprattutto buona. Con tutti i benefici propri della pianta.


I benefici della Portulaca

Ecco i principali benefici della Portulaca:


  • diuretica

  • depurativa

  • anti-diabetica

  • antinfiammatoria


La portulaca è ricchissima di omega 3, antinfiammatori per eccellenza di tutto l'organismo, fonte di acidi grassi polinsaturi di origine vegetale, considerati eccellenti per prevenire e limitare le malattie cardiovascolari.


Gli omega 3 sono importanti perchè intervengono in moltissimi processi fisiologici dell'organismo: contribuiscono alla riduzione del colesterolo LDL (il colesterolo considerato "cattivo") e agiscono a beneficio di vene e arterie, riducendo le formazioni di placche. Le foglie di Portulaca vengono utilizzate come rimedio naturale per preparare impacchi cutanei in caso di punture di insetti, acne ed eczema.


Frittata alla Portulaca

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 uova

  • portulaca fresca

  • sale marino integrale

  • olio di girasole

  • curcuma in polvere

  • cardamomo

La preparazione è veloce e semplicissima.

In padella, con un filo di olio di girasole, si mettono a cuocere le foglie di Portulaca, eliminando le parti del gambo più robusto e duro. Si lascia cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti, aggiungendo sale e curcuma in polvere.


A parte prepariamo un composto sbattuto con le uova, un pizzico di sale e un paio di semi di cardamomo tritati finemente.


Aggiungiamo quindi il composto della uova alla Portulaca in padella e lasciamo cuocere fino a cottura ultimata.


Un pranzo ricco di proteine buone e acidi grassi vegetali. Per renderla più sfiziosa possiamo abbinare un'insalata di finocchi conditi con succo di arancia e 2 fette di pane di segale tostato.